RACCOLTO

Per questo tempo sempre nuovo

raccolgo poche cose

l’utile per camminare e briciole

di scorta

Le parole valgono poco

se dette velocemente e allora

chiedo di sillabare tutto,

anche il respiro, di contare

ogni battito dentro e guardare

come fanno le rondini

nel loro continuo girovagare

Perdersi all’aurora e al tramonto,

sfinita dalle immagini

che riempiono gli occhi,  ritrovare

il passo antico di giorni lontani