GENTE COMUNE 2

Quelli dell’altra stanza li vediamo passare quando vanno dal loro capo o hanno voglia di scambiare due chiacchiere. Sono quasi tutte donne e un solo uomo che resiste da anni con loro.

La provinciale
Arriva sempre verso le 9:30, 10:00; ha l’orario spostato rispetto gli altri perché ha figli piccoli da accompagnare a scuola e poi viene dalla provincia.
Quando passa, saluta solo dopo aver oltrepassato per metà la nostra stanza. L’andatura pesante di chi deve sorreggere metà del mondo e sembra non farcela. Sempre molto vestita perché è un tipo freddoloso, arriva con le mani occupate da sacchetti e sacchettini e più che venire a lavorare sembra stia tornando da fare la spesa.
Il suo ciao è più un cià scappato via veloce. Ha la parlata dura della provincia lombarda, la curiosità pettegola e nonostante questo è simpatica.
Ipocondriaca maldestra sembra sia anche un poco sorda. Una delle tante volte che si è fermata l’ha precisato che non sentiva da un orecchio dicendo “eh? Eeeeh?”. Eppure a volte ci sente benissimo, forse perché usa l’altro orecchio?
A volte nel silenzio assoluto si sente che parla ad alta voce, magari al telefono con qualcuno e quando finisce, sbotta con i poveri colleghi della stanza. La causa è la telefonata di lavoro, qualcuno che pretende non sa cosa “e chi si credono di essere!”. Il tono di voce si alza sempre più fino a raggiungere il picco e alla fine, così com’è arrivata, la sfuriata se ne va.
Capita anche di sentirla ridere ad alta voce per chissà cosa e poi di nuovo il silenzio.
Una volta è passata correndo. Nella mattinata aveva chiesto se sapevamo il numero di telefono di una collega che lavora in ospedale e poi l’abbiamo vista andare via di corsa. Quando è tornata, ha detto che si era fatta controllare l’orecchio perché temeva di aver dimenticato il cotton fioc nell’orecchio e invece era solo cerume. A volte ci domandiamo quanto la realtà superi la fantasia.
Sembra una donna anonima senza grandi pretese dalla vita eppure ha una passione per alcuni uomini. Si è intestardita con un collega di altre stanze. Non fa nulla di particolare ma quando lui è nei dintorni, lei passa casualmente e lo saluta, fa qualche battuta e se ne va. Una volta l’ha confessato senza tanti giri di parole “ … è troppo bello”. Così, semplicemente.

La più bella
La più bella è veramente la più bella. Una donna sui quarantacinque anni, cappelli lunghi e ondulati di un bel colore ambrato. Un bell’incarnato, occhi piccoli, verdi-azzurro, bella bocca e bel sorriso. Fisico magro e fianco largo. Veste preferibilmente in pantaloni. Molto femminile parla in modo pacato, non alza mai la voce. Diresti di lei una persona tranquilla ed equilibrata. E così è.
Una volta era molto amica di una delle tre grazie, quella vera. Diciamo che forse era quest’ultima a voler essere amica sua. Un giorno, la più bella non ne aveva più voglia di mangiare le mele di grazia, quella vera e le ha detto “ma magnatele te!”.
Periodicamente fa dei viaggi strepitosi. Le ferie le fa in momenti non prevedibili. Quando è tornata dall’India, ci ha parlato della povertà incontrata ma anche dei colori, dei sapori e della luce che si è portata nei cappelli. Ci ha portato in regalo dei graziosi braccialetti con sonaglini e portamonete in stoffa pieni di perline e strass di vario colore.
La più bella è una donna conciliante e rasserenante, va d’accordo con tutti, ascolta tutti pazientemente e da retta anche quelli che ti sfiniscono solo dopo pochi secondi. A volte si ribella ma tanto tempo dopo rispetto a qualsiasi altro essere umano. Non disdegna il pettegolezzo e un lamento a bassa voce. E’ che pur avendo a disposizione una gran bella macchina, sembra non usare mai tutte le marce, la quinta sicuramente non sa cosa sia!.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...