TAMMURRIATA NERA ( brevissimo da vita)

Il posto dove si soggiornava di più da ragazze era il bagno. Ci piaceva mentre ci si lavava, parlare, cantare e soprattutto scherzare. Solo qualche anno prima il bagno era una tinozza di plastica e il cesso fuori in cortile.
Mia sorella ha un carattere chiuso,non siamo mai andate molto d’accordo, ma io riuscivo e riesco ancora , a farla ridere. Il nostro pezzo forte era ”Tammurriata nera”.

Allora la cantava la Nuova Compagnia di canto popolare”…Io nun capisco a vvote che succede…” alle parole accompagnavamo visi deformati da espressioni buffe. ”…niro niro cumma a te…”, questa era la frase che scatenava in noi una risata incontrollabile, un insieme di gorgheggi, stavamo male dal ridere,lacrime e lacrime di puro divertimento, era quello uno dei momenti in cui ci sentivamo più unite.

Noi due così diverse avevamo trovato qualcosa che ci univa anche se per poco. Ci guardavamo riprendevamo a cantare ”…sèee vota e gira sèe vota e gira sèee, Ca tu ‘o chiamme Ciccio o ‘Ntuono,  ca tu ‘o chiamme Peppe o Giro,  chillo, o fatto, è niro, niro, niro, niro comm’a che!” ” e riprendevamo a ridere. Oramai non riuscivamo più a cantare, a parlare e nemmeno guardarci.

Poi, pian pian ci riprendevamo, uscivamo dal bagno e ricominciavamo la nostra vita.

Immagine

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...